“Il figlio del bosco” . presentazione del libro tra letture e musiche

Data / Ora
Date(s) - 18/10/2019
20:30 - 22:30

Luogo
Bar Milanino

Categorie


Vi siete mai chiesti cosa accadrebbe se un folletto irlandese, per giunta affetto da violinismo, si ritrovasse rinchiuso nel più orrendo manicomio londinese?

E’ cio’ che accade a Flannan, folletto Folle e Furioso per essere stato disprezzato dall’amata Maggie, indomita fanciulla dallo sguardo di zaffiro e dal linguaggio da carrettiere. Fuggito su un treno (diavoleria moderna che funziona forse per mezzo di draghi) Flannan si ritrova lontano dall’Irlanda e dai suoi fatati amici.

In questa storia esoterica di avventure e di guarigione, che tocca i temi della follia, dell’emarginazione delle minoranze in un contesto storico di grande intensità, il Matto e l’Imperatore si fronteggiano in una misteriosa sfida, come due carte dei Tarocchi. Per sopravvivere, Flannan racconta la sua storia, canta, scrive lettere ai suoi amici folletti analfabeti, e compie altri gesti inconsulti che gli procureranno dapprima feroci punizioni e poi la libertà.

La serata si svolgerà in una spirale celtica di alternanze tra disperati lirismi colmi di mitologia celtica, esilaranti peripezie elfiche e  canzoni, in gaelico e in inglese. In questo multiforme labirinto, c’è spazio per il viaggio iniziatico o per lo studio della storia e della cultura musicale irlandese, ma anche per una sana e semplice curiosità per un universo ricco e cangiante.

 

Elisa Nicotra / Esta Alicorni , autrice del romanzo, darà voce al violinista Flannan, intessendo testi e canzoni senza soluzione di continuità.

Arpista, cantante e scrittrice, Elisa è nata a Milano nel 1981 e si è fin dalla giovanissima età orientata verso il mondo celtico. Nel 1997 ha cominciato los tudio dell’arpa celtica. La passione per la scrittura si è espressa dapprima con la poesia e poi con testi di canzoni. Dopo una breve carriera archeologica e un’altra come insegnante, Elisa vive finalmente di musica, nei pressi di Dinan in Bretagna, dal 2014. Compagna di vita e di scena del noto bardo bretone Myrdhin, Elisa lo accompagna nei più bei festival di arpa d’Europa, ma si esibisce anche come solista in un repertorio di composizioni personali e musiche tradizionali che sposa la cultura bretone, irlandese e italiana. 

 


Rispondi